copertina_premi_corrado_tria

INTERVISTE – ARTICOLI

2021 – La Notizia – vincita

“Un successo doppio dunque per Tria, morale oltre che materiale. “Questa fotografia e questo premio mi rendono doppiamente felice; oltre all’ovvia gioia dovuta ad un riconoscimento internazionale anche perché la mia testardaggine (e quella di altri fotografi che hanno detto “no”) è stata ripagata”

2021 – Il Nuovo Giornale
“Non sono mancate comunque le note negative espresse sul concorso: «L’iniziativa di Viveracqua è senz’altro lodevole – ha affermato Corrado Tria dello studio Endurance di Legnago – anch’io avevo intenzione di partecipare ma a causa delle clausole inserite nel bando ho preferito non iscrivermi, questo perché l’organizzazione si riserva, a titolo gratuito, l’esclusiva dei diritti d’autore su tutte le foto pervenute, indipendentemente che siano risultate vincitrici”

2021 – La Notizia
“Le mie foto sono online – conclude il fotografo professionista – e il rischio che vengano utilizzate lo si corre quotidianamente ma qui, come ben evidente, il nocciolo della questione è un altro […] Certo, perdo un ipotetico premio ma preferisco utilizzare questa foto per altri concorsi e, soprattutto, sarò orgoglioso di poterla rendere pubblica senza cedere la sua esclusiva a nessuno”

2019 – Legnago Week

2019 – Discorsi Fotografici Magazine
“Mi definisco sperimentatore perché credo d’essere fortemente curioso. Voglio imparare e testare moltissime cose e, finora, ognuna di queste mi ha ripagato a livello fotografico dandomi spropositati punti di riflessione.”

2018 – Il Nuovo Web
“«Nel 2013 ho vinto il concorso fotografico internazionale tenutosi a Roma con una foto dedicata a mio padre che, in seguito ad un intervento andato male, era entrato in coma da poco tempo.
Questa volta, però, il progetto fotografico (ovvero un insieme di fotografie collegate da un filo conduttore) è molto più intimo»”

2017 – Il Nuovo Web
“Credo che la mente umana non riesce a creare dal nulla ma che ha la potenza d’elaborare quanto visto e sono fortemente convinto che a distinguere l’artista dal semplice esecutore è il saper abbinare in modo inusuale e provocatorio le esperienze raccolte durante la vita”

2017 – Cartaceo

2016– Red Glaze Magazine

“Credo che la mente umana non riesca a creare dal nulla ma che ha la potenza d’elaborare quanto visto e sono fortemente convinto che a distinguere l’artista dal semplice esecutore è il saper abbinare in modo inusuale e provocatorio le esperienze raccolte durante la vita.”

2015 – IED

2013 – L’Arena

You can enable/disable right clicking from Theme Options and customize this message too.